Il Ruolo Dei Robot Nella Vita Umana

Il ruolo dei Robot nella vita umana

Il ruolo dei Robot

Parliamo del ruolo dei robot nella vita umana. Parlare di tecnologia equivale a pensare sia a skills, competenze e conoscenze umane, sia alla loro reale e concreta applicazione: un nuovo prodotto, un nuovo dispositivo, un nuovo sistema di produzione.

Idee e doti umane ci appaiono, per certi versi, inesauribili e sorprendenti: testimonianza di ciò sono proprio i robot.

Il robot è una macchina progettata per sostituire totalmente o parzialmente il lavoro umano. Fu Leonardo da Vinci a progettare il primo prototipo, ma la sua idea rimase puramente un progetto mai realizzatosi: purtroppo il suo cavaliere meccanico”, in grado di muovere arti inferiori e superiori, mai si mosse.

Il Ruolo Dei Robot:

il Primo Robot fu creato nel 1738 da Jacques de Vaucanson

Egli ideò sia un androide che suonava il flauto, sia un’anatra meccanica che, secondo le testimonianze, mangiava e defecava.

Octobot:

una recente invenzione robotica

il ruolo dei robot nella vita umana
Octobot.

La realizzazione del primo prototipo di robot del tutto privo di materiali duri si chiama “Octobot” ed ha le sembianze di un polpo a otto tentacoli.

Si muove senza batteria e senza cavi, usufruendo della sola reazione chimica tra acqua ossigenata e un catalizzatore di platino per sviluppare gas.

La Svizzera è impegnata in una fase di sperimentazione dei robot a sei ruote.

Verranno impiegati non solo per distribuire cibi e medicine in tre città svizzere, ma saranno “assunti” dalla Posta per consegnare pacchi e corrispondenze, affiancando il lavoro dei postini.

Il ruolo dei Robot:

Bambola con intelligenza Artificiale

In California la “RealDoll”, azienda leader mondiale nel settore delle bambole da sesso, sta lavorando ad un nuovo progetto: la creazione della bambola con intelligenza artificiale.

Robot immobile: Renee

Ricordiamo la già nota “Renee”, robot immobile ma in grado di offrire un godimento sessuale in quanto dotata di organi genitali ricostruiti alla perfezione. Le prossime bambole dalle sembianze femminili potranno sia muoversi sia parlare.

L’intelligenza artificiale a cui si fa riferimento, però, non sarà paragonabile ad un vero e proprio dialogo col partner. Dovrà essere intesa come “provocante e seducente” per intrattenere il cliente.

Il Taxi Robot

il ruolo dei robot nella vita umana

La rivoluzione tecnologica è arrivata a Singapore. La società “nuTonomy” ha ideato il nuovo taxi robot in grado di offrire un servizio di guida autonoma.

In ambito medico, invece, è stato creato il robot massaggiatore “Emma”, prontissimo per essere impiegato nella fisioterapia.

Ricordiamo ancora “BIG-i”, un robot domestico e pulitore. “Bearbot”, un simpatico e costoso robot a forma di orso in grado di mettersi in contatto con lo smartphone e di offrirgli un supporto tecnico, nonché di sostituirsi ai telecomandi utilizzati per le nostre TV.

Il professor Ashok Goel, docente del corso di Computer science del “Georgia Institute of Technology”, è affiancato nella sua professione da un chatbot di nome Watson.

Il ruolo dei Robot:

Assistente Virtuale

il ruolo dei robot nella vita umana

Si tratta di una simpatica e carina assistente virtuale che ha già risposto a quasi tutti i quesiti degli studenti perché programmata sulla base di 40 mila richieste postate dagli stessi su forum o inviate via mail.

Sono ormai innumerevoli i robot progettati o in fase di progettazione, di ogni forma e funzione: dai ghepardi, agli orsi e agli scarafaggi, sono persino in grado di nuotare e volare.

Conclusioni

Innumerevoli sono i passi in avanti compiuti dalla robotica. Al punto tale, risulta ormai impossibile ignorare l’interazione tra umani e macchine.

Verranno impiegati:

  • in scopi umanitari e di soccorso;
  • in hotel dietro il banco della reception;
  • per sostituire l’uomo in lavori o azioni pericolose o per affiancare un infermiere;
  • per scopi militari o per servirci il caffè.

#benvenutirobot

Leggi anche: Guerra in Libia: cause ed effetti

Stefania Loiacono
Stefania Loiacono

Stefania Loiacono, classe 91, laureata in Economia con 110/110 e lode, ha frequentato un Master in “Audit e Controllo Interno” presso l’università “Lum Jean Monnet” . Ha maturato diverse esperienze lavorative in banca e nel commerciale. Nell’anno 2013 ha scritto e pubblicato un libro giallo-noir, presente anche in versione e-book, intitolato “Sotto la coltre delle vostre bugie”.

Nessun commento per ora.

Non è possibile commentare