Federicus: il più grande evento medievale del sud italia.

“Federicus.”

In omaggio a Federico II di Svevia.

L’evento culturale altamurano per eccellenza: Federicus. La manifestazione, organizzata dall’associazione “Fortis Murgia”, ha raggiunto oramai livelli internazionali, richiamando l’attenzione da parte di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Altamura medievale registra, ogni anno, il tutto esaurito.

L’iniziativa, suddivisa in tre giornate, è colma di attività ludiche e culturali in veste esclusivamente medievale.

Il centro storico di Altamura, suddiviso in quarti (ebraico, latino, saraceno e greco) rievoca la suddivisione del centro storico del 1200.

Altamura si prepara ad accogliere il suo Imperatore – al quale deve la costruzione della grande Cattedrale nel 1232, importante esempio di Romanico Pugliese in stile gotico – popolandosi di teatranti, giullari, tamburini e sbandieratori.

La gente accorre per ammirare il Corteo Federiciano, al quale partecipano oltre 2000 figuranti. Altrettanto incantevole il corteo dei fanciulli di Federico.

Ogni anno l’evento è ispirato ad un tema ben preciso.

Dopo fede e laicità, nel 2016 è stata la superstizione il tema dominante. Una straordinaria interpretazione e rivisitazione della paura che ha condizionato la mentalità collettiva del Medioevo portando il popolo a farsi dominare dalla superstizione.

Tante le novità introdotte.

Piazza Matteotti è il luogo nel quale si svolgono gli spettacoli di maggiore rilievo delle tre giornate: quelli di falconeria, quelli di fuoco e il Palio di San Marco.

Porta Montium, nota come “Porta Matera”.

Le porte, in epoca medievale, assieme alle mura di cinta, rappresentavano la protezione sicura per gli abitanti della città.

Il capo di Federico II di Svevia è stato cinto da un gioiellino artigianale di grande valore (una Corona Ferrea realizzata dai fratelli Antonio, Nicola e Carlo Moramarco).

Federicus continua oltre i tre giorni della festa rievocativa e si estende, solitamente, per tutto il mese di aprile attraverso una serie di iniziative culturali. Il programma, molto vasto, prevede: sei conferenze, sei mostre, un concerto ed il concorso riservato alle scuole di primo grado.

Tra gli eventi culturali più interessanti di Federicus:

  • la Conferenza intitolata “La superstizione: nella storia, nella religione e nella società ai tempi di Federico di Svevia”, che ha annoverato tra i relatori il prof. Philippe Daverio, critico, storico dell’arte, docente universitario, scrittore, nonché autore e conduttore di programmi di approfondimento artistico–scientifico della Rai.
  • la conferenza “ il Bestiario di Pietra- Simboli e simbologia sulla Cattedrale di Altamura”;
  • la Conferenza “Le gemme di Federico tra forme, colori e superstizione”, realizzata in collaborazione con il Polo Museale della Puglia. La conferenza è seguita da una mostra in cui è stata esposta la “Corona Ferrea”;
  • la Conferenza “Ecumenica” con due pastori protestanti: Ruggero Lattanzio e Stefano Calà, nonché il professore cattolico Antonio Amatulli.

Interessante, inoltre, anche la conferenza del CUT (Centro Ufologico di Taranto), organizzata dalla Confcommercio.

Tra le mostre ricordiamo quella tradizionale del “Museo della Tortura”, quella sulle gemme e “Mirabilia”, curata da Donato Fiorino e Angela Tauro.

Una moltitudine di visitatori curiosi, di appassionati, di storici e letterati partecipa ogni anno all’evento. Straordinaria anche la partecipazione degli altamurani. In particolare dei giovani che hanno riscoperto la passione per le proprie origini, per le ricchezze e le bellezze locali contribuendo a rendere Federicus il più grande evento medievale del Sud Italia.

“il Progresso online”

Rossella Natrella
Rossella Natrella

Dottoressa in Giurisprudenza, aspirante avvocato. Attualmente lavora presso uno studio legale in Altamura.

Nessun commento per ora.

Non è possibile commentare