Pesce d’aprile: gli scherzi come mezzo per fare marketing.

scherzi-pesce-d'aprile

Buon pesce d’aprile!

Ogni anno, in questo periodo, le aziende si divertono a fare scherzi per il pesce d’aprile.

A volte passa inosservato, ma in realtà nella giornata del 1 di aprile assistiamo ad una serie di scherzi per il pesce d’aprile divertenti anzi geniali. E le aziende non lo fanno solo per il semplice gusto di prendere in giro i propri clienti.

Ma il motivo principale di questi scherzi è fare marketing. Uno scherzo fatto bene fa parlare di sé, crea brand recognition e awareness, e più la gente parla, più la gente cerca, si informa e magari alla fine compra.

Vediamo gli scherzi più belli di questo pesce d’aprile 2018.

Il più perverso pesce d’aprile è quello di Elon Musk.

Essendo Twitter sostanzialmente il suo unico mezzo di comunicazione, il padrone della Tesla ha diffuso un annuncio shock.

“Nonostante intensi sforzi per reperire denaro, incluso un tentativo disperato di vendita di massa di uova di Pasqua, siamo spiacenti di comunicare che la Tesla è andata completamente e totalmente in bancarotta. Talmente in bancarotta da non crederci”.

Musk ha poi scritto in un tweet successivo che la Tesla rientra in “tutti” i capitoli del codice fallimentare americano, incluso il 14 e mezzo, “il peggiore”, come lo definisce lui. Il capitolo 14 è una forma di protezione dai creditori per le grandi corporations quando il debito diventa ingestibile. Naturalmente il capitolo 14 e mezzo non esiste. Bello pesce d’aprile Musk, un altro modo per far parlar di sé.

Elon Muslk e gli scherzi per il pesce d'aprile sulla Tesla.
Elon Muslk e il pesce d’aprile sulla Tesla.

L’immancabile invece è il pesce d’aprile di Google.

Questa volta si dedica all’intrattenimento dei suoi utenti e propone un gioco su Maps «Riuscite a scovare Wally?»

Wally è il protagonista di una collana di libri per bambini. Appena si apre l’app, già lo si vede sul lato sinistro dello schermo. Poi, si preme «Gioca» e via a cercare l’omino con maglione a righe in giro per il mondo. Una volta identificato, Wally si catapulterà in un altro luogo del mondo e ti chiederà nuovamente di scovarlo.

Così facendo si potranno conoscere nuovi posti nel mondo. Io ho superato tutti i livelli e il nostro amico Wally passa dalla Cina, alla Spagna fino a Hollywood per concludere il suo viaggio nello spazio… mmmm sarà un caso?

Gli scherzi per il pesce d'aprile di google.

Burger King si aggiudica lo scherzo più gustoso!

Poche ore prima del primo d’aprile ha lanciato il suo nuovo prodotto da inserire nel menù, il Chocolate Whopper, un hamburger al gusto di cioccolato.

Portata e dessert, tutto nello stesso piatto. Esiste? Assolutamente no! Ma non finisce qui: Burger King pensa anche ai fedeli clienti (del Belgio) e gli offre un chiosco touch da installare in salotto, il Whopper Easy Order. Della serie: comodi, felici e grassi!

A parte gli scherzi né l’hamburger, né il chiosco touché esistono, però intanto il colosso dei fast food ha lanciato delle idee e forse ha creato dei bisogni nei suoi consumatori? O forse semplicemente era un modo per testare il suo prossimo prodotto.

Coca Cola non si è tirata indietro.

Ha dichiarato che lancerà tre nuovi gusti per la sua più celebre bevanda.

Dedicati alla «generazione Instagram», dicono. Le essenze sono davvero originali: avocado, lievito naturale e carbone.

Rigorosamente senza zucchero. La società in un comunicato a un giornale, il Sunday Mirror, ha spiegato che le sue ricerche hanno confermato che è questo ciò che vogliono i giovani: «Garantito vedere i like aumentare a vista d’occhio».

Ovviamente è uno scherzo!

Pero’ voi non berreste una coca al gusto di avocado? Ci manca solo il gusto sushi e siamo a posto.

Gli scherzi per il pesce d'aprile di Coca Cola.

Non solo gli scherzi delle società: anche i personaggi famosi si divertono con i pesci d’aprile. Per esempio Hamilton, che lancia una news sul suo profilo Instagram. «Nel 2018 correrò in Moto Gp». Ma non gli bastava l’auto?

Un altro è per i miei amici interisti.

Il sito inter-news.it lancia la triste notizia: Icardi non riuscirà a scendere in campo per il derby. La causa, un infortunio durante la partita contro l’Hellas Verona che è peggiorato così da tanto da impedirgli di giocare.

«Nulla da fare per il prossimo impegno contro il Milan, Icardi non sarà della partita e rischia di restare fermo fino a fine mese, pronto al suo posto Eder».

Buon pesce d’aprile interisti! Tanto penso che non sarebbe cambiato molto…!

Per ultimo cito questo scherzo che appena ho letto mi ha fatto morir dal ridere.

Riguarda uno dei miei ambiti preferiti, il bere.

Duolingo, l’app il cui obiettivo è farci imparare una lingua nel modo più semplice (e rapido) possibile, ora sì dà all’alcol (un po’ come me). E propone un nuovo marchio di birre, le Brewolingo.

Disponibile in quattro gusti, se volete parlare in modo fluente l’indiano o il cinese dopo qualche sorso, basta acquistare una bottiglia, stapparla e ovviamente berla. Lo scherzo, però, gioca anche su una ricerca reale che mostra che il consumo di alcol può aiutare a migliorare le competenze linguistiche (e certamente rende più disinibiti). Bene, io provo quella blu per imparare l’indiano!

scherzi per il pesce d'aprile di Duolingo.

Vi siete divertiti a leggere questi scherzi?

Io tantissimo! E penso che alcuni siano davvero geniali, un modo molto perspicace per fare marketing e ovviamente per far parlare di sé. Questo fa comodo non solo alle big come Google o Coca Cola ma anche (e soprattutto) a quelle piccole come Duolingo.

Ora tutti vorranno imparare il cinese o l’indiano, solo che al posto della birra fake si apriranno una bella Peroni o Moretti.

Altro che push notification o grandi campagne TV! A volte basta uno scherzo del pesce d’aprile per farsi pubblicità e, magari, senza aspettare il prossimo 1 aprile.

Ti è piaciuto l’articolo? Puoi iscriverti al servizio di notifica o lasciare un commento!

il Progresso online”.

Ilaria Giacomello
Ilaria Giacomello

PRODUCT E PROJECT MANAGER APPASSIONATA D'ARTE E TECNOLOGIA. NATA NEL 1989 A VICENZA, LAUREATA IN ECONOMIA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE A VERONA. DOPO UN PERIODO DI STAGE IN GERMANIA, SI E' LANCIATA (ORMAI DA 4 ANNI) NEL MONDO LAVORATIVO DELLE TELECOMUNICAZIONI E PAGAMENTI ELETTRONICI. AMA COLLEZIONARE LONELY PLANET E VIAGGIARE. ADORA PARLARE, SPERIMENTARE E SCRIVERE DI TECNOLOGIA, PER QUESTO STA SVILUPPANDO UNA PROPRIA IDEA DI BUSINESS NEL MONDO DIGITALE. MA LA PASSIONE PIU GRANDE E' LA DANZA CLASSICA, UN'ARTE CHE PER PIU DI 20 ANNI E' STATA COME UNO SFOGO, UN MONDO DI EMOZIONI E SENSAZIONI. ARTE E TECNOLOGIA, UN DUALISMO CHE CREA UN MIX DI ENERGIA PERFETTO. UN MIX CHE CERCA DI PORTARE NELLA VITA QUOTIDIANA, NEL LAVORO E NEGLI ARTICOLI CHE LEGGERETE. STAY TUNED!

No Comments Yet

Comments are closed