Run Hide Tell: racconto di un incubo in tempo reale

Run Hide Tell

Run Hide Tell

Run Hide Tell è il racconto in tempo reale di un attacco terroristico ai danni di un villaggio vacanze italiano.

Francesco Cotti
Francesco Cotti

Francesco Cotti imprime su carta la sua grande esperienza in materia di procedure di emergenza messe in atto dalle Forze Speciali italiane, e narra con accuratezza e lucidità un avvenimento tragico che purtroppo potrebbe essere alle porte. Il lettore ha modo sin da subito di empatizzare con i diversi personaggi coinvolti, specialmente con le vittime civili, perché da anni si è preparati a un evento tanto irreale quanto plausibile.

E la caratterizzazione dei personaggi è infatti molto attenta nel descrivere le diverse reazioni e i diversi sentimenti che potrebbero cogliere chiunque in un momento tanto delicato; Cotti rappresenta con profondità sia le vittime, che i carnefici, che i soccorritori, dipingendo un ritratto realistico e mai edulcorato dell’essere umano, con le sue luci e le sue ombre.

Nella lettura di un romanzo che corre come corrono i suoi protagonisti, e che non ammette neanche la divisione in capitoli per giungere al lettore nella sua immediatezza, ci si domanda spesso cosa si farebbe in una situazione analoga.

Ed è proprio su questo punto che si focalizza l’autore:

cercare di illustrare i comportamenti adatti da tenere in caso di un attentato, pur se ben cosciente che la personalità del singolo e la prima reazione spontanea possano essere di intralcio nel seguire il protocollo descritto.

In ogni modo Run Hide Tell non serve solo allo scopo di intrattenere il lettore ma anche a dare consigli preziosi, ed è questa la forza del romanzo, che lo fa essere un techno-thriller ai livelli delle opere di Tom Clancy, a cui l’autore è sovente paragonato.

In una vicenda in cui agli atti eroici delle Forze dell’Ordine si alternano quelli ancora più straordinari di persone comuni, come si può vedere nella tragica e valorosa storia di Alfonso Cantore, si trova spazio anche per intavolare un discorso importante relativo alla gestione delle risorse.

Cotti mostra infatti le difficoltà nel coordinamento di forze operative tra loro indipendenti, a causa di una burocrazia e di una legislazione che ostacolano il loro lavoro invece che favorirlo.

E non risparmia neanche una critica all’errata gestione delle strutture mediche di soccorso, che possono intervenire sui feriti solo dopo che le forze di pubblica sicurezza hanno dichiarato la cessazione della minaccia. Run Hide Tell si presenta quindi come un romanzo avvincente, che contiene in sé insegnamenti vitali e che apre un dialogo con il nostro Paese, con i suoi meriti e con le sue mancanze.

A cura di Marco Baricci

Titolo: Run Hide Tell

Autore: Francesco Cotti

Genere: Techno-Thriller

Casa Editrice: Amazon EU

Pagine: 278

Codice ISBN: 978-1983320323

 

Contatti

http://www.francescocotti.it/

www.facebook.com/francesco.cotti

https://twitter.com/cottifrancesco?lang=en

www.instagram.com/f.cotti/

Link di vendita

www.francescocotti.it/index.php/libri/run-hide-tell

https://www.amazon.it/Run-Hide-Tell-Francesco-Cotti/

La Redazione
La Redazione

La Redazione del Magazine "IL PROGRESSO". Contattaci all'indirizzo info@ilprogressonline.it o redazione@ilprogressonline.it.

Nessun commento per ora.

Non è possibile commentare