Scacco matto al Re bianco di Simone Giusti

SIMONE GIUSTI

Sete di giustizia e azione

Simone Giusti torna con un romanzo elettrizzante ma meditativo

Copertina libro Scacco matto al re bianco
 

“Un assassino. Sì. Jasper è un assassino”. Le si avvicinò e parlò sottovoce. “Ascoltami. Jasper si è lasciato corrompere dal denaro. Non hai idea di quali brutalità si sia macchiato, e quante ne faccia ancora. Ma io…no, io non intendo starmene con le mani in mano. Oh no.

Non me ne starò con le mani in mano mentre migliaia di persone pagano con la vita i capricci di chi ha già così tanto denaro che potrebbe comprare qualunque cosa. Qualunque cosa! E ne vuole ancora.” Vivienne si alzò e Ant l’afferrò per le spalle.

“Lo sai che metà della ricchezza mondiale è in mano a centotrenta uomini? Centotrenta uomini! La ricchezza che basterebbe per far vivere 3 miliardi e mezzo di persone in mano a centotrenta fottuti magnati!”. Si mise a passeggiare folle. “Sono stufo di vedere il mondo che va a rotoli per colpa di questi quattro sciacalli. Sono stufo! Ora voglio lottare. Lottare!”, blaterò allucinato.

Nel romanzo Scacco matto al Re bianco, ci si ritrova immersi in una gigantesca partita a scacchi, in cui però le pedine sono gli esseri umani e le regole del gioco vengono dettate da un oscuro personaggio.

Uno stratagemma narrativo ben riuscito quello di Simone Giusti nel suo ultimo libro, nel quale il lettore non fa in tempo a capire cosa stia accadendo, per essere colto da un nuovo imprevisto assistendo ad una nuova elettrizzante scena d’azione.

Nel mirino dell’assassino il gigante del settore farmaceutico GoodPharma e suoi capi, all’indomani della scoperta di una spia all’interno dell’azienda: il ricercatore Ant Warwick. Lo studioso, andando contro gli interessi dei suoi colleghi, distribuisce in maniera illecita vaccinazioni gratuite alle popolazioni limitrofe in area africana.

Ant non vuole farsi trascinare dal fiume di corruzione che alberga nell’azienda e nel mondo, anche se sa di essere solo in questa guerra contro chi per non perdere i propri privilegi è disposto anche ad uccidere. Un atto di coraggio il suo che avrà conseguenze pesanti sulla sua vita e su quella della sua famiglia. 

Il gioco delle parti viene messo in atto da qualcuno che vuole annientare la multinazionale farmaceutica, facendo ritornare sui suoi passi anche alcuni servi del potere che finiscono per scegliere la strada della giustizia. Una giustizia che si riversa anche nella riscoperta dei valori a volte seppelliti dal desiderio di rivalsa di chi è dilaniato dal dolore.

La trama ha un intreccio obsoleto ed un epilogo stupefacente da lasciare a bocca aperta i lettori, poiché l’autore riesce a non dare per scontato nulla dall’inizio alla fine con estrema acutezza.

Scacco matto al Re bianco, è un racconto dai molteplici contenuti: vendetta, amore, denaro e riconoscenza, sono le chiavi di lettura per una storia che mette in risalto in maniera critica, ma intelligente, le colpe e i privilegi che pervadono il mondo contemporaneo.

A cura di Vincenzo Salipante

Leggi anche: Le Concessioni Demaniali Marittime all’interno dell’UE

 

AUTORE: Simone Giusti

TITOLO: SCACCO MATTO AL RE BIANCO

CASA EDITRICE:  Il Seme Bianco

ISBN: 9788833610986

PAGINE: 80 pp.

DORSO: 6 mm.

PREZZO: 9,90 €

Contatti

Sito personale: https://simonegiusti.wixsite.com/scrittore

Facebook personale: https://www.facebook.com/simone.giusti1

Instagram personale: https://www.instagram.com/simone.giusti1/?hl=it

Sito personale: https://simonegiusti.wixsite.com/scrittore/scaccomattoalrebianco

La Redazione
La Redazione

La Redazione del Magazine "IL PROGRESSO". Contattaci all'indirizzo info@ilprogressonline.it o redazione@ilprogressonline.it.

Nessun commento per ora.

Non è possibile commentare