STESSO POSTO STESSA DATA

STORIE DI TUTTI NOI:

UNA BREVE RIFLESSIONE…

Da sportivo inveterato, ogni mattina della bella stagione alle 7,30 (quando fa freddo opto per “il durante” la pausa pranzo) mi vado a fare un allenamento con la bici da corsa. In quel posto di mare, dove vado ad Agosto ininterrottamente da 35 anni, mi sono tracciato un circuito di strade interne collinari tutte in saliscendi lungo 25 km che ripeto due volte, sicché entro le 9,15 rientro evitando il gran caldo.

 Quella ragazza altrettanto sportiva come il sottoscritto, dedita al running in quelle strade praticamente deserte a quell’ora, ho iniziato a notare che era sempre la stessa che incrociavo una volta all’anno dopo 3-4 anni.

Al quinto anno abbiamo iniziato a farci un cenno di saluto e verso il decimo, 25 anni fa, ho messo il piede a terra e abbiamo parlato brevemente dei nostri fortuiti incontri annuali.

Il quindicesimo anno, ci siamo accorti che questo succedeva incredibilmente (in verità immagino che col tempo ci siamo auto-programmati) ogni 7 Agosto alle 8 precise sempre sullo stesso delizioso poggio sul mare di fronte all’isola dello Sparviero, dove di anno in anno ci siamo incontrati per trentacinque anni senza aver mai concordato di farlo, dedicandoci non più di cinque minuti sudati e boccheggianti.

Nel frattempo la ragazza è diventata giovane donna e poi signora e il giovanotto giovane uomo e poi adulto. Siamo entrati nella Terza Età e negli anni ci siamo detti, nel corso di quei cinque minuti annuali, che lavoro facevamo, da dove venivamo, che sport amassimo di più (lo sci) e dove lo praticassimo, che musica preferissimo e quali libri o film ci hanno maggiormente segnati. Abbiamo parlato dei nostri figli (pertanto immaginando, verosimilmente a ragione, che entrambi fossimo sposati), delle loro scuole, della Laurea, in questi ultimi addirittura dei nipotini.

E’ successo un paio di volte che l’uno o l’altra un 7 agosto non ci fosse e solo l’anno successivo abbiamo saputo che, fortunatamente, era per motivi seri a non gravi. Abbiamo parlato per quei pochi minuiti di ogni anno delle gioie e dei dolori – tanto che di anno in anno abbiamo seguito la salute dei rispettivi genitori, che nel frattempo sono mancati – delle speranze e delle delusioni.

Senza mai esserci detti come ci chiamiamo

E proseguiremo così fino a che uno o l’altra un anno troverà il 7 Agosto alle 8 quel poggio sul mare deserto, e quello dopo, e quello successivo, e quello dopo ancora.

Non sapremo mai se nel corso dei decenni abbiamo incontrato una persona reale, un fantasma o se ci siamo addirittura autosuggestionati, ma è certo che l’uno per l’altra abbiamo avuto una funzione (molto significativa, ben più di quella di decine o centinaia di persone che ci sono vissute ben più costantemente vicine) di personificazione del concetto del tempo, nozione così difficile da definire, che passa e che a un certo punto finisce per sempre e per tutti.

Per questo, con l’approssimarsi del Periodo di riflessione dei Santi e dei Morti, ho voluto rendere grazie a quella presenza che quando mancherà (o mancherò io per lei) segnerà un fair warning di fine del tempo, al di là di tutte le vanità.

LEGGI ANCHE: Aste internazionali di fotografia: l’evoluzione del mercato

Avatar
Paolo Turati

Economista, imprenditore, professore a contratto e referente di Corso di "Economia degli investimenti" alla Scuola di Studi Superiori dell'università di Torino dove è Laureato presso la Facolotà di Economia e Commercio. Saggista, scrittore, editorialista e giornalista pubblicista, art market advisor e consulente in materia di Mercati finanziari internazionali; curatore artistico, presidente di enti culturali e consigliere di amministrazione di associazioni di consumatori e di business social networking. CENNI BIOGRAFICI E PROFESSIONALI SU PAOLO TURATI Laureato in Economia e Commercio, l’Economista ed imprenditore torinese Paolo Turati, classe 1958, sposato con due figli, già Procuratore generale di Agente di Cambio, è stato per anni Commissionario in titoli e valori di Borsa e ha nel corso del tempo ricoperto ruoli apicali nei Consigli di amministrazione di varie Società di Capitale operanti nel settore finanziario( Cogerim Srl, Miras Spa, Manitoba Spa, Ciemmepi Srl). Scrittore di numerose opere saggistiche e narrative edite, diffusamente accreditate in Italia ed all’estero presso numerose Istituzioni( fra cui il Rijsksmuseum di Amsterdam, la Biblioteca Max Planck di Monaco di Baviera, la New York Public Library, L'Università di Heidelberg, l'Accademia di Brera a Milano, Palazzo Grassi a Venezia), editorialista, giornalista pubblicista, già per anni titolare di spazi televisivi in rubriche economico-finanziarie, collezionista e studioso delle Arti figurative, circa le quali è esperto nonché advisor di quel Mercato( è, tra l'altro, autore del Saggio sull'Art Market internazionale, adottato anche a livello universitario, “Arte in vendita”, Ed. Ananke, 2009, Prefazione di Ugo Nespolo, nonché di biografie di grandi Artisti del passato come Il Caravaggio, Ed. Ananke, 2005, e Jan Vermeer, Ed. Ananke, 2007, oltre che di personaggi storici come il Console Stilicone, Ed. Morea, 2006, e il Faraone della V Dinastia Neferefra, Ed. Ank. Cerriglio, 2003) ed organizzatore e curatore( a Torino, nel recente passato, delle Mostre su Hans Hartung “Lo Slancio”, con Catalogo edito da Allemandi, al MRSN e “Luigi Spazzapan” al MIIT) di eventi artistici nazionali ed internazionali( parimenti nel recente passato, a Torino, ha, tra l'altro, promosso e contribuito primariamente a rendere nuovamente possibili dopo anni le previews delle Aste di Christie's alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina) anche per primari Enti istituzionali in campo economico e museale wordwide e Amministrazioni pubbliche( fra i più recenti, il Comune di Riccione, con la Curatela a Villa Mussolini di Fontana e Paesaggi e paesaggi) , nonché cultore e praticante di quelle musicali, opera altresì in diverse attività differenziate, dall’Imprenditoria in campo finanziario e organizzativo con Tactica, di cui è Presidente e fondatore, al Terzo settore ed al Business Social Networking attraverso realtà quali l’Associazione Consumatori Piemonte-federata nazionale Confconsumatori e Torino In Business Social Network( ente da dieci anni leader nazionale nel Business Social Networking per la co-fondazione del quale ha ricevuto il Premio Odisseo 2016), dei cui boards fa parte, alla ricerca Sociopolitica, con Magna Carta Nord-Ovest, che presiede, C.C. la Fondazione Magellano, che ha co-fondato, e Idea, della cui Direzione nazionale e del cui Comitato dei Garanti fa parte, al comparto Agroalimentare sostenibile con Vasagri, della quale è Fondatore nonché Amministratore da circa trent'anni, alla Solidarietà attraverso Organizzazioni quali il Lions Club International, nei quali è stato, fino a quest'anno, nel ventennio passato, Presidente e ripetutamente Officer Distrettuale, all'insegnamento universitario quale docente e referente del Corso di Economia degli investimenti( con parte del Programma d'insegnamento espressamente dedicato anche all'Art Market internazionale) alla Scuola di Studi Superiori dell'Università di Torino nonché presso altre istituzioni formative, al campo dello sviluppo dell'attività sportiva, dove, peraltro, vanta trascorsi agonistici di rilievo nazionale in discipline quali lo sci alpino, il ciclismo e il motociclismo.

Nessun commento per ora.

Non è possibile commentare