FORbidDEN L’offerta proibita: l’ultimo libro di Paolo Turati

FORbidDEN

L’offerta proibita

Sepp Frea è un piccolo ma stimato Art Market Dealer & Advisor italiano che lavora tra Milano e Londra. Fortuitamente si ritrova parte beneficiata di una delle non rare speculazioni internazionali che i grandi operatori spesso “agevolano” onde ritrovare moltiplicati per dieci, cento volte i valori delle opere di determinati artisti sul mercato secondario. 

Il problema, per Sepp, è quello di “non essere stato invitato” a sedere a quella tavola imbandita. 

Per vedere tutelati i propri diritti e, addirittura, la sicurezza propria e della moglie, Sepp si ritrova a dover prendere provvedimenti e a dover ricorrere a soluzioni che mai si sarebbe sognato. La trama palesa uno spaccato ambientale i cui protagonisti, al di là del cliché fascinoso di far parte dell’alta società o di potenti realtà economiche-finanziarie e di occuparsi di contenuti culturali per definizione “alti” quali quelli relativi al mondo dell’Arte, possono assumere comportamenti censurabili o peggio, in cui il fine del business prevale su tutto. 

l'offerta proibita

 

Dopo dieci anni da “Arte in Vendita-Arte Moderna e Contemporanea Occidentale: Guida al Collezionismo consapevole” (prefazione di Ugo Nespolo, Ananke Edizioni, 2009) Paolo Turati torna sul tema dell’Art Market internazionale con un libro( il suo dodicesimo), questa volta edito da Italia Arte Edizioni, nota per la rinomata rivista mensile omonima che da decenni “copre” il meglio dell’Arte italiana e mondiale e per la titolarità del Museo Miit di Torino, le cui direzioni sono da sempre in capo a Guido Folco.

L’Autore, Economista, Docente universitario di Economia degli investimenti, giornalista e studioso (ha scritto in passato per i tipi di Ananke libri su grandi Maestri come Caravaggio, con il titolo Notturno Barocco, e Vermeer, con il titolo Luce d’Orange) e appassionato (ha curato nel corso degli anni anche Mostre di rilievo come quella di H.Hartung e Torino e quella di F.Fontana a Riccione) da trent’anni del fenomeno dell’Art Market internazionale, con “FORbidDen-L’offerta proibita”(2020) ha voluto realizzare un’opera di narrativa thriller (ambito in cui Turati vanta un precedente con il romanzo Codice To2K6-Inferno sul Circo Bianco, Ed. Ananke, 2006) con impressionanti verosimiglianze con la realtà e dai contenuti ‘tecnicali’ decisamente approfonditi, tanto che alcune decine di pagine al fondo del libro sono state realizzate come vere e proprie Appendici tecnico-saggistiche che a tutti gli effetti compendiano, aggiornandole, le nozioni declinate da Paolo Turati nel 2009 sul suddetto “Arte in Vendita”.

La questione a cui tenta di dare risposta -viste le notevolissime similitudini fra i Mercati finanziari e quelli dell’Arte – l’opera è ‘il boom del mercati dell’arte e della finanza: una solida realtà o una Bolla da Schema Ponzi?’.

Presentazione ufficiale con la presenza della Istituzioni in Prima nazionale a Torino in 20 Febbraio 2020 alle ore 18 in via Garibaldi 13 (Sala Poli), qui l’invito:

Leggi anche: Mercato dell’arte mondiale: 30 anni dopo che direzione ha preso?

Avatar
Paolo Turati

Economista, imprenditore, professore a contratto e referente di Corso di "Economia degli investimenti" alla Scuola di Studi Superiori dell'università di Torino dove è Laureato presso la Facolotà di Economia e Commercio. Saggista, scrittore, editorialista e giornalista pubblicista, art market advisor e consulente in materia di Mercati finanziari internazionali; curatore artistico, presidente di enti culturali e consigliere di amministrazione di associazioni di consumatori e di business social networking. CENNI BIOGRAFICI E PROFESSIONALI SU PAOLO TURATI Laureato in Economia e Commercio, l’Economista ed imprenditore torinese Paolo Turati, classe 1958, sposato con due figli, già Procuratore generale di Agente di Cambio, è stato per anni Commissionario in titoli e valori di Borsa e ha nel corso del tempo ricoperto ruoli apicali nei Consigli di amministrazione di varie Società di Capitale operanti nel settore finanziario( Cogerim Srl, Miras Spa, Manitoba Spa, Ciemmepi Srl). Scrittore di numerose opere saggistiche e narrative edite, diffusamente accreditate in Italia ed all’estero presso numerose Istituzioni( fra cui il Rijsksmuseum di Amsterdam, la Biblioteca Max Planck di Monaco di Baviera, la New York Public Library, L'Università di Heidelberg, l'Accademia di Brera a Milano, Palazzo Grassi a Venezia), editorialista, giornalista pubblicista, già per anni titolare di spazi televisivi in rubriche economico-finanziarie, collezionista e studioso delle Arti figurative, circa le quali è esperto nonché advisor di quel Mercato( è, tra l'altro, autore del Saggio sull'Art Market internazionale, adottato anche a livello universitario, “Arte in vendita”, Ed. Ananke, 2009, Prefazione di Ugo Nespolo, nonché di biografie di grandi Artisti del passato come Il Caravaggio, Ed. Ananke, 2005, e Jan Vermeer, Ed. Ananke, 2007, oltre che di personaggi storici come il Console Stilicone, Ed. Morea, 2006, e il Faraone della V Dinastia Neferefra, Ed. Ank. Cerriglio, 2003) ed organizzatore e curatore( a Torino, nel recente passato, delle Mostre su Hans Hartung “Lo Slancio”, con Catalogo edito da Allemandi, al MRSN e “Luigi Spazzapan” al MIIT) di eventi artistici nazionali ed internazionali( parimenti nel recente passato, a Torino, ha, tra l'altro, promosso e contribuito primariamente a rendere nuovamente possibili dopo anni le previews delle Aste di Christie's alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina) anche per primari Enti istituzionali in campo economico e museale wordwide e Amministrazioni pubbliche( fra i più recenti, il Comune di Riccione, con la Curatela a Villa Mussolini di Fontana e Paesaggi e paesaggi) , nonché cultore e praticante di quelle musicali, opera altresì in diverse attività differenziate, dall’Imprenditoria in campo finanziario e organizzativo con Tactica, di cui è Presidente e fondatore, al Terzo settore ed al Business Social Networking attraverso realtà quali l’Associazione Consumatori Piemonte-federata nazionale Confconsumatori e Torino In Business Social Network( ente da dieci anni leader nazionale nel Business Social Networking per la co-fondazione del quale ha ricevuto il Premio Odisseo 2016), dei cui boards fa parte, alla ricerca Sociopolitica, con Magna Carta Nord-Ovest, che presiede, C.C. la Fondazione Magellano, che ha co-fondato, e Idea, della cui Direzione nazionale e del cui Comitato dei Garanti fa parte, al comparto Agroalimentare sostenibile con Vasagri, della quale è Fondatore nonché Amministratore da circa trent'anni, alla Solidarietà attraverso Organizzazioni quali il Lions Club International, nei quali è stato, fino a quest'anno, nel ventennio passato, Presidente e ripetutamente Officer Distrettuale, all'insegnamento universitario quale docente e referente del Corso di Economia degli investimenti( con parte del Programma d'insegnamento espressamente dedicato anche all'Art Market internazionale) alla Scuola di Studi Superiori dell'Università di Torino nonché presso altre istituzioni formative, al campo dello sviluppo dell'attività sportiva, dove, peraltro, vanta trascorsi agonistici di rilievo nazionale in discipline quali lo sci alpino, il ciclismo e il motociclismo.

Nessun commento per ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.