Cinema

Thelma & Louise | Compie trent’anni

Le protagoniste sono due donne tristi che scappano dalla loro prigionia personale per rincorrere la felicità

Il 24 maggio 1991 usciva Thelma & Louise. Un film di Ridley Scott, con Harvey Keitel, Geena Davis e Susan Sarandon. Le protagoniste della pellicola sono due donne dell’Arkansas. Louise (Sarandon) è una cameriera e vive in un matrimonio in crisi. Thelma (Davis) è una donna sensibile e anche lei ha problemi con il marito. Entrambe, quindi, sono infelici e, per scappare dai problemi, decidono di passare diversi giorni in montagna. Senza dire niente a nessuno, entrano nella famosa Ford Thunderbird e iniziano a viaggiare.

Già nei primi minuti della loro avventura, si può intuire quanto queste due donne sono totalmente lontane da ogni tipo di stereotipo. La loro potenza sta nella maniera con cui prediligono le motivazioni della loro partenza, rispetto alla realtà soffocante. Finalmente, trovano il coraggio di allontanarsi da tutto e da tutti per ritrovarsi. Sono due donne che prendono coscienza del fatto che nella vita c’è una seconda possibilità. Questo succede perché l’una ispira coraggio all’altra.

Sono da pochissimo iniziati gli anni ’90 e Scott ha il pregio di raccontare la storia di queste due donne. Lo fa con un’opera prettamente d’avventura. C’è un perfetto equilibrio di comicità e dramma. Thelma e Louise, infatti, cambiano subito la coscienza di tutte le spettatrici. Iniziano a riflettere sul fatto che hanno il diritto di vivere la loro vita. Anche se questo significa andare contro quel piccolo mondo in cui non sono felici.

Le due amiche si fanno coraggio a vicenda e non si lasciano abbattere dagli ostacoli che trovano durante il viaggio

Il primo momento drammatico della loro avventura avviene durante una sosta in un dinner. Thelma, infatti, rischia di essere violentata da un uomo insistente nel parcheggio del locale. La donna viene salvata da Louise che, dopo aver minacciato l’uomo con una pistola, gli spara e lo uccide, perché non voleva allontanarsi dall’amica. Thelma ha intenzione di chiamare la polizia, Louise, però, non è sicura di salvarsi con la legittima difesa. A questo punto, le due amiche si mettono di nuovo in viaggio per raggiungere il Messico.

È con questo evento, quindi, che inizia la loro vera e propria fuga. Per sopravvivere, hanno bisogno di soldi. Così, Louise chiama suo marito Jimmy (Michael Madsen) che porta del denaro alle due donne. Questi soldi, però, li perdono. Thelma, infatti, passa una notte di sesso con J.D. (Brad Pitt), un autostoppista; quest’ultimo, prima di lasciare la donna la mattina dopo, prende tutto il denaro delle due amiche. Thelma, in preda alla rabbia e al senso di colpa, decide di fare una rapina in un supermercato.

Non sa, però, che le telecamere stanno registrando tutto. La situazione delle due donne, quindi, si fa sempre più complicata. L’ispettore Hal Slocumb (Keitel) è già sulle loro tracce dalla sparatoria al dinner. Inoltre, le case delle due amiche sono sotto sorveglianza, 24 ore su 24. La polizia arresta J.D. e, tramite lui, gli agenti conoscono la meta di Thelma e Louise. Le due donne arrivano in Messico. La prima persona che incontrano è un volgare camionista. In seguito, un agente di polizia le ferma per eccesso di velocità.

Le due donne sono due eroine di una fiaba moderna, in cui vince la libertà personale

Thelma, però, aiutandosi con la pistola, immobilizza e chiude l’agente nel bagagliaio della sua macchina. A questo punto, Louise chiama Darryl (Christopher McDonald), il marito di Thelma. La donna capisce che l’uomo sa tutto. Così, parla direttamente con l’ispettore. Quest’ultimo prova a convincerla a costituirsi, promettendole aiuti. Thelma e Louise, però, non cambiano idea; così, continuano a scappare. Non perdono le speranze. Sono ancora convinte che il Messico possa dare loro la libertà di cui hanno bisogno.

Incontrano di nuovo l’autotrasportatore, sempre più mascalzone. Decidono d’invitarlo a parlare durante una sosta. Minacciandolo con una pistola, vogliono le scusa per il suo volgare comportamento. Ma, niente di fatto. A questo punto, gli fanno saltare in aria il camion. La fuga arriva in un vicolo cieco e la polizia è sempre più vicina. Le due donne si ritrovano sull’orlo di un burrone vicino al Grand Canyon; con le volanti della polizia di alcune contee alle spalle. Thelma e Louise, però, non vogliono vivere in un’altra prigione.

Quindi, decidono di non fermarsi e continuare la loro fuga. Le due donne, quindi, sono pronte a tutto per vivere la loro vita come più preferiscono. Il film Thelma & Louise, quindi, si può considerare una favola moderna. In cui due eroine combattono contro quella società che le fa sentire infelici, oppresse, vittime e senza sogni. Ridley Scott presenta al pubblico due donne forti e coraggiose; pronte a fare anche degli errori gravi a favore della vita che davvero vogliono avere. Con libertà, senza rimorsi e senza ripensamenti.   

Leggi anche: Pulp Fiction | Tarantino diventa cult

avventuracinema hollywoodianofugageena davislibertàlouiseRidley scottsusan sarandonthelmaviaggio
Commenti ( 1 )
Commenta