Libri

Sono qui, Nadia Toffa. Quando ascoltiamo con l’anima i miracoli possono accadere: la nuova opera di Cristina Corrada

“Sono qui, Nadia Toffa. Quando ascoltiamo con l’anima i miracoli possono accadere”

“Sono qui, Nadia Toffa. Quando ascoltiamo con l’anima i miracoli possono accadere” è il saggio di Cristina Corrada, in cui si racconta dei contatti medianici che ha avuto con la giornalista Nadia Toffa, volto molto amato della trasmissione Le Iene, scomparsa nel 2019 a causa di un tumore cerebrale quando aveva solo quarant’anni. 

Sempre a fianco dei più deboli e alla costante ricerca della verità, Nadia ha combattuto contro tutte le ingiustizie: a Trieste, ad esempio, si è recata per denunciare la ferriera così dannosa per la salute pubblica, ha viaggiato a Taranto per l’Ilva, a Bari per la prostituzione minorile e in tantissimi altri luoghi in cui la sofferenza delle persone era insostenibile per il suo animo sensibile; si è recata persino in Medio Oriente, per un servizio sulle donne che vivevano sotto il regime dell’Isis. 

Il coraggio, l’onestà e la determinazione di Nadia sono stati d’esempio per tutti coloro che l’hanno conosciuta e amata, e non si parla solo della sua famiglia e dei suoi amici ma anche di tutti i telespettatori che la seguivano e l‘ammiravano per la sua integrità professionale. La giovane giornalista ha anche dato un esempio di grande forza nel modo in cui ha affrontato la sua terribile malattia, raccontata in pubblico senza pudori o censure; ella ha deciso generosamente di condividere la sua battaglia per non far sentire solo chi la stava combattendo come lei. 

È quindi interessante ritrovare la sua figura in quest’opera che trasmette i suoi messaggi dall’aldilà. Per la natura del testo, è normale che esso possa essere frainteso od osteggiato; l’autrice ha voluto però correre il rischio, lei che è coraggiosa proprio come Nadia, per parlare della metafonia, cioè la pratica attraverso la quale si possono registrare le voci dei defunti. 

È ciò che è accaduto quando Cristina ha avuto i primi contatti con Nadia, fortemente cercati proprio dalla giornalista a pochi giorni dalla sua morte; la donna ha voluto che l’autrice fosse il tramite tra lei e sua madre Margherita, che ha subito riconosciuto il timbro vocale della figlia e anche il modo di parlare. Dal momento in cui è stata coinvolta Margherita, il legame tra l’autrice e Nadia è diventato sempre più forte; in questo modo possiamo avere delle testimonianze di grande impatto, che riescono a scuotere anche le menti più scettiche, e a emozionare coloro che sono aperti alla possibilità che ci sia dell’altro oltre la materia.

Leggi anche: L’Incanto… oltre il buio: recensione sul romanzo d’amore di Copertina Barretta

Casa Editrice: Edizioni Mediterranee

Collana: Esoterismo, medianità, parapsicologia

Genere: Saggistica

Pagine: 176

Prezzo: 14,50 €

esoterismomedianitàoperaparapsicologiasaggiosaggistica