Il vino perfetto si regala in una cassetta in legno

bottiglia-vino-il-progresso-magazine

Le cassetta in legno

Oggigiorno le enoteche propongono diverse tipologie di confezioni per portarsi a casa una bottiglia di buon vino, ma nessuna ha il fascino senza tempo delle cassette in legno che si sono trasformate in un oggetto da collezione al pari dei pregiati vini che contengono.

Per i collezionisti di tutto il mondo le cassette in legno sono un must. Con il marchio della cantina, maison o domaine ed elaborate in legno pregiato, le cassette non sono solo un comodo contenitore per la nostra bevanda preferita, ma rappresentano anche un elegante oggetto da design, capace di dare un tocco di classe in più ad ogni ambiente della casa. In commercio oggigiorno si trovano moltissime tipologie di cassette. Le differenze principali si basano sulle dimensioni, il tipo di legno utilizzato e la forma. Esistono le classiche cassette rettangolari con una capacità per contenere dalle 4 alle 6 bottiglie, ma anche cassette in legno quadrate, allungate ed a forma di piramide. 

Con quell’aspetto a metà tra lo stile rustico e l’oggetto da design, non c’è modo più sicuro ed allo stesso tempo gradevole dal punto di vista estetico della cassetta in legno per farsi recapitare a casa i vini preferiti. Che si tratti dei nobili vini rossi nostrani come il Barbera Bricco Dell’Uccellone Docg Braida di Giacomo Bologna ed il Recioto della Valpolicella Classico Docg della cantina Masi, o dei fantastici vini della Franciacorta e degli spumanti francesi, non c’è nulla di più elegante che una cassetta in legno.

I prezzi delle cassette in legno chiaramente variano in base alle dimensioni e si va dagli 11,50 euro per un contenitore standard per una bottiglia da 0,75 lt per passare ai 18 euro di una cassa da 3 bottiglie ed arrivare ai 25-29 euro di una cassetta da 6 bottiglie. Uno sguardo panoramico su prezzi e tipologie può essere gettato grazie all’ampio catalogo dell’enoteca online DiemmeVini. 

Ogni cantina poi cerca di dare il proprio tocco personalizzato modificando la forma, l’aspetto o il colore. Ecco dunque che la cassa in legno di Nestore Bosco o della cantina Varvaglione ha volutamente un aspetto più rustico rispetto ad altre, simile a quello che di una cassetta con coperchio a chiodare, e se la cantina abruzzese Collefrisio predilige un colore rosso vivo per le proprie confezioni, altri come Zaccagnini virano sul nero.

Leggi anche: Il pluriball | dai magazzini industriali ai musei di tutto il mondo

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU