Gli errori pandemici di cui siamo rei e complici