La scure degli Ermellini sul ricorso prolisso

Se il ricorso è troppo lungo per gli Ermellini è inammissibile


In tal senso ha deciso la Suprema Corte con la sentenza n. 18962 depositata il 31 luglio 2017, che ha totalmente respinto un ricorso lungo ben 51 pagine.

La Corte torna ad occuparsi delle condizioni d’ammissibilità del ricorso per cassazione. E, in specie, del requisito della “esposizione sommaria dei fatti di causa” prescritto dall’art. 366, comma  1, n. 3 c.p.c..

Questo contenuto è riservato

Questo contenuto è riservato agli utenti con un abbonamento attivo

Avatar
Maria Teresa De luca

Laureata in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari con indirizzo Economico Internazionalistico e abilitata all'esercizio della professione di avvocato dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione e alle Magistrature Superiori. Si occupa da più di venti anni di diritto civile in generale, con particolare predilezione per il diritto bancario, il recupero crediti, le procedure esecutive e il diritto di famiglia. Attualmente svolge, oltre alla professione di avvocato, anche la funzione di Media - Conciliatore presso l'Ordine degli Avvocati di Taranto e di Custode delegato alle vendite immobiliari presso il Tribunale di Taranto. In passato ha svolto le funzioni di Vice Procuratore Onorario presso la Pretura Circondariale di Taranto e ha avuto l'incarico di legale esterno del Banco di Napoli S.p.A. - Filiale di Taranto. Autrice di volumi e contributi su riviste giuridiche e portali on line.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU