Brenna – La Fiamma: il romanzo di Alex L. Mainardi

“Brenna – La Fiamma” di Alex L. Mainardi: il valore della diversità. Nel romanzo “Brenna – La Fiamma” di Alex L. Mainardi si incontra un personaggio molto amato da chi segue i fumetti Marvel o è appassionato del Marvel Cinematic Universe: Loki Laufeyson, conosciuto come il Dio delle Storie e degli Inganni, figliastro di Odino […]

Febbraio 2024
2 Mins Read
33 Views

“Brenna – La Fiamma” di Alex L. Mainardi: il valore della diversità.

Nel romanzo “Brenna – La Fiamma” di Alex L. Mainardi si incontra un personaggio molto amato da chi segue i fumetti Marvel o è appassionato del Marvel Cinematic Universe: Loki Laufeyson, conosciuto come il Dio delle Storie e degli Inganni, figliastro di Odino – il Dio supremo della mitologia norrena – e fratellastro del Dio del tuono Thor. Loki il trickster, che può assumere diverse identità e che, dopo il Ragnarǫk – il Crepuscolo degli Dei – ha viaggiato nelle ere, trasfigurandosi. 

Il Loki dell’opera di Alex L. Mainardi è qualcosa di nuovo: egli ha infatti perso i suoi poteri ed è condannato a vivere una vita mortale; per lui è una vera e propria tragedia, perché ai suoi occhi gli esseri umani sono sempre stati nient’altro che insetti da scacciare, o nella migliore delle ipotesi delle creature da dominare. E ora, invece, Loki si trova a vivere in mezzo a loro e come loro, sebbene le sue fattezze tradiscano il suo retaggio: per chi infatti conosce la divinità descritta nei prodotti della cultura pop, è impossibile non pensare che quell’uomo così algido e supponente non somigli tremendamente al beffardo Dio della mitologia norrena. 

L’autore ambienta la sua storia a Londra, e fa interagire Loki con la protagonista dell’opera, Siris, una ragazza tosta e determinata, arrivata in Inghilterra per esaudire il suo sogno di diventare una scrittrice di romanzi fantasy. Siris è affetta dall’atassia di Friedreich, una malattia degenerativa progressiva del sistema nervoso che provoca, appunto, atassia, cioè la mancanza di coordinazione dei movimenti; per questo motivo la giovane si muove in sedia a rotelle, ma ciò non le impedisce di fare tutto ciò che desidera. 

La bellezza del personaggio di Siris sta nel suo non sentirsi mai una vittima, nel non voler assolutamente suscitare compassione negli altri; Siris ha compreso che la disabilità può comportare limiti fisici ma non mentali: la sua libertà, la sua voglia di vivere e di sperimentare tutto ciò che l’esistenza può offrirle restano inalterati. 

Ed ecco che il tema della disabilità conduce direttamente a quello che è il cuore del romanzo: la diversità; in quest’opera abbiamo una protagonista in sedia a rotelle, un personaggio fluido, Loki, e altri esempi importanti di diversità che vanno a rinforzare il concetto che essere differenti dal canone “socialmente accettato” è un valore e un accrescimento, per noi stessi e per chi ci circonda. La loro diversità spinge Siris e Loki ad avvicinarsi, a comprendere molto più di loro stessi e a crescere, insieme. 

Genere: Paranormal romance/Narrativa LGBTQ+

Pagine: 216

Prezzo: 16,00 €

Codice ISBN: 979-8391619789

Leggi anche: La fine dei social. E dopo che succede?

Exit mobile version