A proposito delle porte della percezione

Le Porte della Percezione

Aldous Huxley, con la pubblicazione del suo libro intitolato “Le porte della percezione”, ha dato inizio in occidente ad una ricerca sistematica nel campo degli stati alterati di coscienza, ricerca oggigiorno più che mai viva seppur assai più caotica del secolo scorso.

Dal nostro punto di vista, la forzatura delle porte della percezione con mezzi chimici, naturali o quant’altro, comporta dei seri pericoli per la coscienza dello sperimentatore. In effetti, moltissimi “guru” alla moda (perché a buon mercato), consigliano ad esempio, la velocizzazione dei chakra, il risveglio della Kundalini, l’apertura nel mondo astrale tramite dei viaggi, senza però ben descrivere cosa si cela oltre il piano concreto della realtà.

Questo contenuto è riservato

Questo contenuto è riservato agli utenti con un abbonamento attivo

Avatar
Fabio Duranti

Fabio Duranti (Milano 1969) è uno scrittore che fonde l'alchimia delle parole con la sua innata ricerca interiore. Da oltre 30 anni si interessa di esoterismo "serio", filosofia, metafisica e mitologia, sempre sulla base dello gnosticismo originale.Ha pubblicato tre libri con diverse case editrici, e prossima è l'uscita di altre sue due opere.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: info@ilprogressonline.it

SEGUICI SU