fbpx

Lazio, Consiglio regionale approva 27 ordini del giorno collegati alla Legge di Stabilità

blank

(Adnkronos) – Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Antonello Aurigemma, oggi ha approvato 27 ordini del giorno (su 77 presentati) collegati alla Legge di Stabilità regionale, di cui 19 proposti da consiglieri di minoranza e 8 di maggioranza. Prima dell’esame degli atti di indirizzo alla Giunta regionale, in apertura di seduta, il consigliere Claudio Marotta (Verdi e Sinistra) è intervenuto per informare l’Aula di una visita ispettiva compiuta in mattinata al Centro di identificazione ed espulsione (Cpr) di Ponte Galeria insieme ai consiglieri Mario Ciarla (Pd), Marietta Tidei (Italia viva), Adriano Zuccalà e Valerio Novelli (entrambi del M5s), dopo il suicidio di Ousmane Sylla, il ventiduenne originario della Guinea che si è tolto la vita all’interno della struttura la scorsa domenica. Per Marotta il Centro va chiuso per le pessime condizioni in cui sono tenute centinaia di migranti in attesa di rimpatrio, senza aver commesso alcun reato. Il presidente del Consiglio, Antonello Aurigemma, associandosi al dolore per l’accaduto, ha invitato tutti i presidenti dei gruppi consiliari a riunirsi a fine seduta per valutare iniziative comuni da intraprendere. Degli otto ordini del giorno approvati su iniziativa della maggioranza, quattro hanno come prima firmataria la consigliera Laura Cartaginese (Lega), due Angelo Tripodi (gruppo Misto) e uno ciascuno Valentina Paterna e Laura Corrotti (entrambe di Fratelli d’Italia). Con il primo ordine del giorno, Laura Cartaginese ha impegnato il presidente della Giunta regionale a far potenziare il turismo ferroviario nel Lazio, soprattutto nelle tratte delle ferrovie 'ex concesse' Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo, in considerazione anche dell’appuntamento con il Giubileo 2025. Il suo secondo ordine del giorno impegna il presidente della Regione a favorire la diffusione in tutti gli ambiti di vita di un nuovo sistema tecnologico, tramite app, per facilitare coloro che sono affetti da disabilità uditiva, sistema che è in fase di sperimentazione già presso alcuni ospedali. Con il terzo ordine del giorno, la consigliera della Lega ha chiesto al presidente Rocca l’impegno di promuovere progetti specifici per sostenere il collocamento sul mercato del lavoro delle donne appartenenti a categorie oggettivamente svantaggiate. Infine, con il quarto e ultimo atto di indirizzo, Cartaginese ha chiesto al presidente della Regione l’impegno a predisporre gli atti per la creazione in ogni provincia del Lazio di uno sportello dedicato al tema della sicurezza degli operatori sanitari. Con i suoi due ordini del giorno approvati (entrambi riformulati dalla Giunta), Orlando Tripodi ha chiesto l’impegno dell’amministrazione a farsi parte attiva presso la Conferenza Stato-Regioni per il reperimento di risorse volte alla difesa della costa, attivando le procedure per gli indennizzi dei danni causati da mareggiate a favore delle località costiere di tutta la Regione, e al ripristino delle attività dell’ospedale di comunità di Priverno e, in generale, a ristabilire un più equo finanziamento dell’assistenza territoriale nella provincia di Latina. Valentina Paterna ha invece impegnato presidente e Giunta regionale a porre in essere ogni misura necessaria al superamento dell’impiego di animali nelle attività circensi e di spettacoli viaggianti che si svolgono all’interno del territorio regionale, così come previsto dalla normativa nazionale (legge 175 del 2017). Infine, Laura Corrotti (con numerosi altri consiglieri) ha chiesto al presidente e alla Giunta regionale l’impegno a costruire una modalità amministrativa tecnica per consentire la trasformazione, da locazione a vendita diretta, degli alloggi di edilizia agevolata realizzati nei Piani di zona della Regione. Per quanto riguarda i consiglieri di minoranza, tra i 19 ordini del giorno approvati, quattro ciascuno sono a prima firma delle consigliere del Pd Marta Bonafoni e Sara Battisti, due a testa sono stati presentati da Daniele Leodori, Emanuela Droghei (entrambi del Pd) e Alessandra Zeppieri (Polo progressisti), mentre gli ultimi cinque hanno come proponenti i consiglieri: Massimiliano Valeriani, Salvatore La Penna, Eleonora Mattia, Michela Califano (tutti del Pd) e Marietta Tidei (Italia viva). Con i suoi quattro ordini del giorno approvati, Marta Bonafoni ha impegnato il Governo regionale a: 1) “Dare attuazione alla strutturazione della governance attinente alle modalità per la tutela della promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo”; 2) “garantire continuità alle azioni finalizzate a sostenere le progettualità relative ai biodistretti, considerato il rilevante valore economico e socio-culturale che rivestono per l'intero sistema produttivo della Regione”; 3) “mettere in campo ogni azione volta a sostenere, con adeguate risorse economiche, la manutenzione, la gestione, la promozione e la valorizzazione degli itinerari, dei percorsi e delle vie della Rete dei Cammini del Lazio”; 4) “garantire continuità alle misure e alle azioni che riguardano la condizione sanitaria, professionale e formativa della popolazione detenuta nella Regione Lazio”. Approvati quattro ordini del giorno anche a prima firma di Sara Battisti, che ha chiesto al presidente della Giunta regionale impegni: a sostegno delle manifestazioni territoriali storiche; a dare seguito all’applicazione della legge regionale n.11/2022 (Disposizioni per la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro e del benessere lavorativo); a garantire continuità allo strumento dei bonus per il sostegno delle spese per l'assistenza psicologica a favore dei giovani nella fascia di età dai sei ai 26 anni; a porre in essere azioni per la prevenzione ed il contrasto alla diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti. Un ordine del giorno avente come primo firmatario Daniele Leodori, approvato previa riformulazione proposta dalla Giunta regionale, impegna il presidente Rocca ad aprire un tavolo di confronto per rafforzare la partecipazione dei comuni all’interno del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Lazio e, a tal fine, approvare le relative norme entro il 30 settembre 2024. Nella sua formulazione iniziale, il testo prevedeva il coinvolgimento solo di Roma Capitale e della Regione Lazio e fissava il termine dell’intervento legislativo entro il 31 marzo. Con il suo secondo ordine del giorno, invece, Leodori impegna il presidente e la Giunta regionale a riconsiderare le misure previste nell’attuale Obiettivo di Policy 5 “Un’Europa più vicina ai cittadini”, al fine di “creare le condizioni per uno sviluppo unitario del territorio laziale”. Emanuela Droghei, con i suoi due ordini del giorno, ha impegnato il presidente e la Giunta regionale a sostenere, promuovere e valorizzare il Polo culturale multidisciplinare “Spazio Rossellini” e a promuovere tutte le iniziative idonee a rafforzare i percorsi a favore delle donne per accedere all’acquisizione delle competenze nelle discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (Stem). Due gli ordini del giorno approvati anche per Alessandra Zeppieri, che ha chiesto alla Giunta regionale di verificare i livelli di inquinamento del fiume Melfa, nel Comune di Roccasecca (FR), e di sollecitare le manutenzioni straordinarie da parte dell’Ater della Provincia di Roma nella ex Biblioteca sita in via Roma nel Comune di Albano Laziale. Con il suo ordine del giorno, invece, Marietta Tidei, insieme all’integrazione proposta da Daniele Sabatini (Fratelli d’Italia), ha chiesto di includere tra le misure previste in manovra di bilancio contro lo spreco alimentare anche la particolare voce relativa allo spreco dei prodotti farmaceutici e di individuare misure con cui i comuni possano prevedere agevolazioni nel pagamento della Tari a favore di chi svolge recupero e stoccaggio di prodotti alimentari e di farmaci. Un ordine del giorno presentato da Massimiliano Valeriani e sottoscritto anche dai consiglieri del Pd, Mario Ciarla, Emanuela Droghei e Marta Bonafoni, impegna il presidente e la Giunta regionale a istituire il “Fondo per la riduzione dello spreco alimentare”, con dotazione di un milione di euro e a stanziare le somme necessarie a garantire le seguenti misure contenute negli emendamenti presentati dalla minoranza durante la manovra di bilancio: a) 20 milioni di euro per il Fondo regionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione (articolo 14 della legge regionale n.12/1999); b) 8 milioni di euro per le agevolazioni tariffarie ai giovani (leggi regionali n. 31/2008 e n. 12/2011); c) 11 milioni di euro per interventi sociali a favore delle famiglie. Con l’ordine del giorno presentato da Salvatore La Penna, il Consiglio ha impegnato l’Amministrazione regionale “a finanziare il Fondo regionale per la riqualificazione ed il risanamento urbanistico, ambientale, paesaggistico e igienico-sanitario delle aree della Regione caratterizzate da gravi fenomeni di abusivismo edilizio, così come individuati dall’articolo 6 della legge regionale 6/2007”. Eleonora Mattia ha invece impegnato il presidente della Regione a estendere fino ai 17 anni d'età il contributo spese, in forma di rimborso, alle famiglie di minori affetti dallo spettro autistico per le cure prestate dai vari professionisti iscritti nell'Elenco regionale. Infine, la consigliera Michela Califano, con l’unico suo ordine del giorno approvato, ha impegnato la Giunta regionale e l’assessore competente in materia “ad assicurare un adeguato sostegno ai figli vittime di violenza assistita”. —[email protected] (Web Info)

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU