fbpx

Con il cappello di carta calato sugli occhi: il nuovo romanzo di Elisabetta Ferraresi

Ferraresi-Copertina-

Con il cappello di carta calato sugli occhi: il dramma di chi ha vissuto durante il regime di Mao Zedong nel romanzo di Elisabetta Ferraresi 

Elisabetta Ferraresi è una giovane autrice romana, profonda conoscitrice del mondo orientale. Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l’Università La Sapienza, ha approfondito le proprie conoscenze grazie ad un viaggio in Cina, dove tra il 2009 e il 2010 ha ricoperto anche l’incarico di docente di lingua italiana presso l’Università Yanshan di Qinhuangdao. 

Nel suo percorso di poetessa e scrittrice, Elisabetta Ferraresi ha all’attivo diverse pubblicazioni a partire dal suo esordio nel campo della narrativa con il romanzo “Autunno” del 2013. Con la casa editrice L’Erudita ha pubblicato nel 2019 il romanzo storico “I veri uomini non piangono mai” e ora, con lo stesso editore, torna tra gli scaffali delle librerie con un altro romanzo storico: “Con il cappello di carta calato sugli occhi”. 

La storia presentata in questo romanzo è ambientata in Cina e racconta la repressione culturale messa in atto da Mao Zedong a partire dalla nascita della Repubblica Popolare Cinese. Attraverso lo scontro tra i due protagonisti di questa storia, il lettore prende coscienza di quello che è stato il conflitto generazionale e culturale tra chi era fermo sostenitore delle libertà individuali, ideologiche e culturali e chi invece era convinto sostenitore della neonata Repubblica. 

Nel giro di pochi anni, la propaganda messa in atto da Mao Zedong ha trovato terreno fertile nelle nuove generazioni, più facili da plasmare e da indirizzare. Lo scontro sarà complesso e non privo di sofferenze. Il lettore lo potrà leggere nel rapporto tra il giovane Xiaohong e il suo amico Li Yongjie, fine intellettuale che mai si piegherà al Regime. Le conseguenze di questo conflitto non sono solo morali, ma anche fisiche e si estenderanno anche ai familiari di entrambe le fazioni. 

Al di là della trama, la storia che ci viene narrata è la storia della Cina a partire dal 1949, la storia di un popolo che in parte ha abdicato alla propaganda di regime. Tutto è narrato con particolare accuratezza, mettendo in evidenza le competenze dell’autrice, che propone una vicenda umana avvincente e una ricostruzione storia puntuale. Leggere questo romanzo può rappresentare lo stimolo giusto per entrare in un mondo culturale completamente opposto al nostro, ma nonostante le differenze siano sostanziali, capiamo che i sentimenti sono uguali per tutti, indipendentemente dal colore della pelle o dal luogo in cui si è cresciuti.

Genere: Romanzo storico

Casa Editrice: L’Erudita

Pagine: 145

Prezzo: 17,00 €

Contatti

https://www.instagram.com/betta_aili_autrice/

Leggi anche: La Legge dell’Amore: il primo, affascinante romanzo di Cristina Vaira

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU