Crescere nell’era digitale | di Giorgio Capellani

Giorgio Cappellani

Crescere nell’era digitale:

un’analisi sul rapporto di giovani e adulti con le nuove tecnologie

Le nuove tecnologie, i dispositivi digitali e la rete internet sono parte integrante della nostra società: ormai per molti è pressoché impossibile pensare di vivere senza di essi.

Quello che è importante sapere, però, è che queste novità, che man mano che si procede verso il futuro si aggiornano e si rinnovano in tempi sempre più brevi, hanno sì dei riscontri positivi sulla nostra vita, ma anche molti lati negativi.

È quindi necessario informarsi, approfondire e studiare per capire a fondo le dinamiche che sottostanno alla creazione e allo sviluppo di tecnologie e dispositivi, soprattutto se questi strumenti vengono utilizzati da bambini o ragazzi che si accingono a scoprire questo mondo immenso e, spesso, pericoloso.

Crescere nell'era digitale
Crescere nell’era digitale

Crescere nell’era digitale di Giorgio Capellani è un testo che accompagna in un percorso di conoscenza di questa materia, esaminandone molti dettagli, sia tecnici che pratici, affiancandoli a esempi concreti e spunti di riflessione che invitano il lettore ad avere più consapevolezza della realtà in cui viviamo.

Con estrema precisione, rifacendosi a ricerche e studi condotti non solamente in ambito tecnologico e informatico, ma anche medico, permette al lettore di fare proprie una serie di nozioni che gli danno la possibilità di capire meglio cosa sta dietro alle nuove tecnologie, quali sono gli effetti che queste hanno sul nostro fisico e sulla nostra mente, concentrandosi in particolare sulle conseguenze che esse possono avere se utilizzate da bambini e ragazzi in via di sviluppo.

Riportando gli studi realizzati nell’ambito delle neuroscienze, l’autore si concentra in particolar modo a parlare di come, a seconda delle diverse età, il cervello assorba determinate informazioni e si plasmi di conseguenza, influenzando poi la percezione della realtà e i comportamenti che i giovani avranno nel futuro.

È quindi molto importante per i genitori, gli insegnanti e gli educatori capire quale sia il modo migliore per far avvicinare i bambini e i ragazzi agli strumenti digitali, comprendere quale sia l’età più consigliata per iniziare i più piccoli all’uso di determinate tecnologie e fare in modo che i più giovani ne facciano un utilizzo consapevole, coscienti delle potenzialità, ma anche dei rischi ai quali queste possono condurre.

Spesso si vedono bambini che, seduti nel passeggino, giocano con smartphone o tablet dei genitori, ancor prima di saper parlare.

Sovente si sente parlare al telegiornale di cyberbullismo, di ragazzi che, nascosti dietro lo schermo di un computer o di un cellulare, trovano il coraggio di insultare e attaccare compagni indifesi, portando, troppo spesso, a risultati tragici.

Oppure di persone, anche molto giovani, dipendenti dai videogiochi, che si rifugiano in una realtà altra dalla quale, dopo un tempo più breve di quanto si possa pensare, è difficile riemergere. O ancora, dei molteplici casi di stalking o di adescamento che sono stati perpetrati proprio grazie all’uso delle nuove tecnologie.

Queste dinamiche si possono realizzare perché si fa un uso sbagliato della rete e degli strumenti digitali, poiché coloro che li utilizzano non hanno una conoscenza, anche basilare, delle varie problematiche che possono insorgere quando si ha a che fare con essi.

Il libro di Capellani vuole quindi essere il punto di partenza per provare a capire come funzionano le dinamiche tecnologiche:

essere più consapevoli dei vari pregi e difetti, saper sfruttare al meglio quello che ci possono offrire, prestare attenzione all’uso che si fa di esse può sicuramente migliorare il modo in cui le utilizziamo.

E la coscienza degli adulti, di tutti coloro che si occupano dell’educazione dei più giovani, è il punto di partenza per una maggior consapevolezza anche da parte dei ragazzi: aspettare che i bambini siano sufficientemente grandi per dar loro in mano degli strumenti digitali, supervisionare le loro azioni per evitare che cadano in trappole pericolose, far crescere i giovani informati su tutti gli aspetti collaterali che le nuove tecnologie comportano è importante per creare una società più consapevole, attenta e capace di fare le proprie valutazioni.

Di Pamela Ortisani

Titolo: Crescere nell’era digitale. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro?

Autore: Giorgio Capellani

Genere: Saggistica

Casa Editrice: Edilibri Srl

Pagine: 176

Prezzo: 16,00 €

Contatti autore

https://www.facebook.com/giorgio.capellani

https://www.edilibri.it/crescere_nell_era_digitale.html


Leggi anche: Roberta Dieci, autrice del romanzo I sogni non fanno rumore

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: info@ilprogressonline.it

SEGUICI SU