Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male di Max Nardari

Max-NARDARI-COVER-il-progresso-magazine

“Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male. Come diventare un creativo multifunzionale” di Max Nardari: imparare a gestire i propri talenti

“Meglio Fare 100 Cose Bene che una Male. Come diventare un creativo multifunzionale” è la nuova opera di Max Nardari, un regista, cantautore, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore, che ha fatto del multitasking la sua filosofia. In questo libro motivazionale è preponderante la componente autobiografica: l’autore, infatti, tramite la sua esperienza personale, vuole aiutare i lettori a comprendere il valore dei propri sogni e ad acquisire un metodo per poterli rincorrere, anche più di uno alla volta – «Attraverso la mia esperienza, fatta di alti e bassi, spero di poterti offrire delle indicazioni pratiche perché tu possa focalizzare le tue energie per realizzare i tuoi sogni, senza arrenderti mai». 

L’opera nasce quindi dalla necessità dell’autore di condividere la sua esperienza di creativo multifunzionale: egli ha infatti deciso di applicarsi non solo nel cinema ma anche nella musica, e di conseguenza anche negli aspetti comunicativi e nelle strategie necessarie per avere successo in quei campi artistici. Così Roberto Re, leader indiscusso in Italia della crescita personale, parla di questo libro nella prefazione all’opera: «Tutti noi abbiamo dentro un potenziale esplosivo, ma la maggior parte degli individui purtroppo non riesce mai veramente a farlo detonare, ad accendere la miccia che porti tutta quell’energia a venir fuori alla sua massima potenza. 

Questo libro parla di qualcuno che lo ha fatto, che ha scardinato gli schemi limitanti che spesso ci vengono imposti, ma che soprattutto, ancor di più, siamo noi ad autoimporci». Per entrambi gli autori non è vero assolutamente che non si possano fare tante cose e farle bene; sono i nostri limiti mentali a parlare, perché se guardiamo l’esempio di Max Nardari ci rendiamo conto che lui è riuscito in questa impresa. 

Ha infatti fondato la sua casa di produzione cinematografica, la Reset Production, con cui produce film, cortometraggi, documentari, spot e videoclip musicali, e da qualche anno anche brani musicali e colonne sonore; inoltre, i suoi film “La mia famiglia a soqquadro” e “Diversamente” hanno ottenuto notevoli successi e hanno vinto numerosi festival, tra cui Il Leone di Vetro alla 75ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. 

Per non parlare delle sue canzoni, come il brano pop dance in inglese “Fragile”, o la sua attività di songwriter per artisti importanti, come ad esempio Raf. Non si può quindi non credere a ciò che si afferma nel testo: «Dentro di noi c’è tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Abbiamo grandi risorse e un enorme potenziale, e non utilizzare tutta questa meraviglia è il più grande spreco che possa esistere». 

Leggi anche: L’undicesimo giorno della falena di Eva Forte

Casa editrice: Edizioni Bookness

Genere: Narrativa motivazionale/autobiografica

Pagine: 148

Prezzo: 13,90 €

Contatti

https://www.maxnardari.com

http://www.resetmedia.it

https://www.instagram.com/maxnardari

Booktrailer

Link di vendita online

Nessun commento

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU