Johnny Depp | Festa del Cinema di Roma

Johnny Deep | Festa del Cinema di Roma

L’attore di Pirati dei Caraibi ha portato la sua malinconia e il suo fascino a Roma

Johnny Depp è stato protagonista di una giornata importante alla 16esima edizione della Festa del Cinema di Roma. Nella mattinata, infatti, nella sezione Alice nella Città, ha presentato Puffins. Una web-serie animata, prodotta dalla Iervolino Lady Bacardi Entertainment e diretta a un pubblico formato da bambini. Puffins è lo spin-off del film d’animazione Artic-Un ’avventura glaciale. Johnny Depp doppia Johnny Puffins, una pulcinella di mare con i suoi tratti somatici.

Il fine è mandare messaggi positivi ai bimbi, porre la loro attenzione sulla salvezza del pianeta e sul credere in se stessi. L’attore di Pirati dei Caraibi ha incontrato il pubblico romano e ha risposto con affetto alle attenzioni che ha ricevuto dai suoi fan. Li ha, infatti, definiti “il mio datore di lavoro”. L’11 ottobre, infatti, in soli 4 minuti erano già finiti tutti i biglietti per la masterclass con Depp all’Auditorium della Conciliazione a Roma. Gli organizzatori, inoltre, sono stati travolti da numerose telefonate provenienti dagli ammiratori di tutta Italia.

Al pubblico mattiniero di Alice nella Città, Johnny Depp ha parlato un po’ dei ruoli che lo hanno reso ancora molto più famoso in tutto il mondo. Riguardo a Pirati dei Caraibi, infatti, ha detto: Ho accettato la sfida di interpretare Jack Sparrow perché per me significava infiltrarmi nelle linee del nemico, la Disney. Ed era proprio quello che volevo fare, perché volevo avere la libertà di ampliare quelli che erano i confini del personaggio. Ed è stata una scelta abbastanza forte da parte mia, perché mi sono rifiutato di cambiare determinate cose del personaggio”.

“Hollywood è diventato un posto dove andare solo in vacanza”

È nota a tutta la sua difficile situazione riguardante la sua vita privata. Motivo per cui è stato licenziato dalla Disney e dalla Warner Bros, per la quale avrebbe dovuto continuare la storia di Animali fantastici e dove trovarli nei passi di Grindelwald. Tutto questo, ha portato l’attore a riflettere sul suo futuro lavorativo: “In quello che è, o forse era, il mio lavoro come attore, ho sempre cercato di accettare nuove sfide. La mia carriera è sempre stata lì, è stato un percorso molto interessante, ma io continuo a fare quello che mi piace fare.

Spero che con Andrea e Monika ci sia la possibilità di fare altri film insieme. Sono molto grato di essere uscito da questo meccanismo che sputa battute o dialoghi abbastanza scontati, basato sulle formule, che non ha niente di interessante. A me piace fare film che siano qualcosa di particolare, che vengano da qualcosa di particolare. Non mi interessa avere un grande regista o un grande attore. Magari ho più piacere a realizzare un film con una ragazzina quindicenne che ha qualcosa da dire, o con un ragazzino che gira con il suo telefonino, che però riesce a esprimere qualcosa.

Penso che ormai Hollywood sia un posto dove andare solo in vacanza, perché fondamentalmente penso che ci sia mancanza di conoscenza e capacità. Perciò preferisco seguire questa direzione piuttosto che andare a lavorare in questa macchina infernale. Durante la masterclass all’Auditorium della Conciliazione, Johnny Depp ha creato un vero e proprio show, nel quale ha reso anche partecipi le fan che gli hanno urlato amore e stima dalle poltrone delle gallerie.

Si è scusato spesso con Bruna Cammarano, l’interprete, per il fatto che era prolisso nelle risposte. L’attore ha spiegato quanto fosse importante per lui aver partecipato a questo progetto animato. Perché, ultimamente, riflettendo su i suoi figli, ha ragionato sul fatto che spesso i bambini vengono considerati poco dai creatori d’intrattenimento. Quindi, ha interpretato con gioia un animale in un progetto animato, pieno di positività per i più piccoli.

“Ringrazio ciascuno di voi per il vostro calore”

Johnny Depp non ha nascosto il suo tono malinconico nel parlare del suo lavoro come attore. Ha confessato che, tutto ciò che gli è accaduto, lo ha portato a fare cambiamenti nel suo modo di vedere i progetti. Ha detto che ormai non farà più attenzione alle case di produzione, ma sceglierà i suoi ruoli considerando la bellezza e il valore del progetto. Anche se si troverà davanti a produzioni a basso budget. Non è stato difficile, quindi, per il produttore di Puffins, Andrea Iervolino, premiarlo con un riconoscimento speciale.

“Johnny ha vinto tantissimi premi nella sua vita. E tra i più importanti del mondo. Come noi sappiamo tutti i premi hanno in genere una giuria di cinque, dieci, mille, duemila, quattromila persone al massimo. Non c’è mai stato un premio con una giuria che rappresenta 60 milioni di persone. È stata fatta una statistica e un’indagine dal festival Alice nella Città con le principali testate del settore in Italia, dove è emerso che Johnny è uno degli artisti più amati di sempre in Italia.”

Johnny Depp, emozionato per aver ricevuto il premio, ha ringraziato il pubblico: “Sono praticamente senza parole, il che è un bene per Bruna. È un grande onore per me, ma il mio onore più grande è aver passato del tempo con voi. Sono al di là dell’umiltà e ringrazio ciascuno di voi per il vostro amore, il vostro sopporto, il vostro calore e il vostro prendervi cura di me. E spero di potervi ripagare in qualche modo”.

Leggi anche: Quentin Tarantino | RomaFF

Renata Candioto

Roma

Diplomata in sceneggiatura alla Roma Film Academy (ex Nuct) di Cinecittà a Roma, ama il cinema e il teatro. Le piace definirsi scrittrice, forse perché adora la letteratura e scrive da quando è ragazzina. È curiosa del mondo che le circonda e si lascia guidare dalle sue emozioni. La sua filosofia è "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: [email protected]

SEGUICI SU