Mississippi Burning | Diritti umani in fumo

Il Mississippi brucia  

In queste ultime settimane la lotta contro il razzismo è tornata ad avere gran voce anche nel nostro Paese. #BlackLivesMatter è il nuovo motto per una battaglia ormai stantia, che in cuor nostro speravamo di aver vinto.

Un film che ben si adatta a questo spirito disilluso è sicuramente Mississippi Burning di Alan Parker, nominato a otto premi Oscar nel 1989, nonché vincitore dell’Oscar alla fotografia. Merito di Peter Biziou e alle sensazionali scene girate nell’oscurità notturna illuminata con il fuoco appiccato dal Ku Klux Klan.

Questo contenuto è riservato

Questo contenuto è riservato agli utenti con un abbonamento attivo

Sara Signorini
Sara Signorini

Classe 1994, si è laureata in Filologia Moderna presso l'Università degli studi di Padova e oggi si aggira tra letteratura e giornalismo alla ricerca di idee e percorsi creativi. Scrive di cinema, che considera non solo una grande passione, ma anche un metodo infallibile per osservare la società attuale con spirito critico e ironia.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: info@ilprogressonline.it

SEGUICI SU