Libri

L’inganno dell’Oriente: recensione sull’avvincente romanzo di spionaggio di The Hawk

“L’inganno dell’Oriente”

“L’inganno dell’Oriente” di The Hawk è un’opera interessante in cui l’autore ha deciso di ipotizzare un possibile e non auspicabile scenario dove gli Stati Uniti d’America e la Corea del Nord, già nella realtà in cattivi rapporti, arrivano a un punto di non ritorno. Scopo dell’autore è quello di farci riflettere sull’assurdità delle guerre, sull’odio ingiustificato e soprattutto sui costi umani dei conflitti; nel romanzo, infatti, tanti saranno sacrificati a causa di insensati giochi di potere. 

The Hawk presenta un thriller a sfondo fantapolitico dal ritmo frenetico e dai tanti colpi di scena, in cui incontriamo Eric Moore, Presidente degli Stati Uniti d’America, e Kin Lee, il temibile dittatore coreano, impegnati in un botta e risposta sempre più pericoloso, sia per le loro nazioni ma anche per il mondo intero. Dall’incipit del romanzo: «Dopo un lungo periodo in cui gli Stati Uniti d’America e la Korea del Nord si sono, più volte, provocati ed insultati a vicenda sembra finalmente delinearsi all’orizzonte un periodo di pace. I Capi delle rispettive nazioni si sono incontrati una prima volta in estremo oriente in “campo neutro” e una seconda in Occidente, in Europa. 

Dopo quel secondo colloquio decidono di scambiarsi una formale visita di stato. Ma, come sappiamo, in oriente la realtà non è mai quello che appare e l’inganno è sempre dietro l’angolo». Kin Lee ha infatti ordito un piano, che non si può non definire diabolico, per sferrare un colpo fatale al suo nemico; l’autore ci racconta la sua pianificazione punto per punto, spostandosi ora in Corea del Nord e ora in America, per osservare da vicino non solo la progettazione di nuove armi a disposizione dell’esercito americano, come il potente sottomarino Seas’s Ghost, ma anche per mostrarci le macchinazioni di chi ha deciso di tradire la sua patria per un tornaconto personale. 

A farne le spese saranno proprio il Presidente Eric Moore e il suo seguito che, arrivati in Corea del Nord, dovranno affrontare problemi ben più gravi di quelli causati da una complessa visita diplomatica. The Hawk ci fa immergere nella vita dei soldati americani, ci fa entrare in un sottomarino di ultima generazione, ci fa familiarizzare con i linguaggi militari e ci conduce in una vicenda intrigante, che ci terrà col fiato sospeso. Soprattutto grazie all’avventura del coraggioso Dan Foley, ex maggiore del corpo dei Berretti Verdi, entriamo nel vivo di un’eccitante azione segreta, che avrà conseguenze imprevedibili e, forse, irreversibili.

Leggi anche: HYPNOS: recensione del nuovo romanzo distopico di J.C. Casalini

Genere: Romanzo di spionaggio

Pagine: 253

Prezzo: 15,00 €

libri da leggererecensioneromanzo
Commenti ( 2 )
Commenta