L’Io | Prigione cristallizzata o strumento dell’anima?

ego e ricerca dell'io

L’IO


Il nostro io, sovente così brutalizzato, può ben essere una prigione cristallizzata, ma anche strumento dell’anima. Sembra un paradosso, ma in effetti, nel nostro universo, ogni cosa possiede un duplice aspetto positivo-negativo. Un detto zen afferma che “un coltello può essere usato per uccidere una persona, ma anche per tagliare del pane”.

Il coltello in sé stesso è neutro e dipende dalle necessità di chi utilizza l’impiego dello stesso, che può essere nocivo o meno, a seconda degli effetti desiderati. Così è anche per il nostro io, generalmente considerato in ambiente spirituale un qualcosa di negativo.

Questo contenuto è riservato

Questo contenuto è riservato agli utenti con un abbonamento attivo

Avatar
Fabio Duranti

Fabio Duranti (Milano 1969) è uno scrittore che fonde l'alchimia delle parole con la sua innata ricerca interiore. Da oltre 30 anni si interessa di esoterismo "serio", filosofia, metafisica e mitologia, sempre sulla base dello gnosticismo originale.Ha pubblicato tre libri con diverse case editrici, e prossima è l'uscita di altre sue due opere.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: info@ilprogressonline.it

SEGUICI SU