Come il bikemotive prosegue la sua corsa

e-bike automotive

AUTOMOTIVE GIU’ MA IL BIKEMOTIVE PROSEGUE LA SUA “CORSA” IN ITALIA NEL 2018

Con un totale di un milione e mezzo di biciclette vendute nel 2018 e con una crescita delle e-bike acquistate di quasi il 17% nonché del bike sharing a postazione fissa e free floating (circa +150% con oltre 40 mila due ruote condivise), si riconferma, nonostante qualche chiaroscuro riguardo alle biciclette tradizionali, la tenuta (complessivamente meno 5,5% quanto a volume rispetto al 2017) del mercato interno del settore in Italia, Paese che è peraltro il primo produttore in Europa.

L’Associazione nazionale ciclo motociclo accessori legge inoltre positivamente il dato della produzione globale interna di 2 milioni e mezzo di biciclette che generano per la parte export un surplus rispetto al 2017 di quasi 50 milioni in termini di bilancia commerciale.

Scendono di poco meno dell’8% le biciclette tradizionali, volume compensato dall’incremento di quelle a pedala assistita (+ 173 mila pezzi venduti).

Anche la produzione interna di e-bike, grazie ai dazi anti dumping sleale cinese, ha registrato dati positivi superando i 100 mila pezzi, volume tre volte tanto quello dell’anno prima e generando per la parte export un attivo commerciale di 42 milioni (anch’esso triplicato).

Fra bici tradizionali e e-bike, nonostante un calo nei volumi (da 1.556.000 nel 2017 a1.363.000) si sono esportati 183 milioni di euro, confermando il valore che il comparto continua a produrre in termini di qualità, brand e capacità di innovazione di tecniche e design.

Il presidente di Confindustria ANCMA, Andrea Dell’Orto, giudica positivamente “il grande potenziale di sviluppo ulteriore del comparto e di tutta la filiera collegata ad esso”.

Investire di più e meglio sulla cultura della bicicletta, sulle infrastrutture ciclabili e la promozione del cicloturismo nel nostro Paese può infatti creare opportunità di crescita molto importati.

L’industria di riferimento – ha aggiunto Dell’Orto – è pronta a fare la propria parte e sta dimostrando grande dinamismo e lungimiranza, ma al Governo e alle Istituzioni locali chiediamo uno sforzo in questa direzione, perché le ricadute economiche e occupazionali possono essere molto rilevanti”.

Da ex-corridore e tuttora praticante assiduo dello sport del pedale, rilevo con piacere una crescita dell’utilizzo delle e-bike anche da parte delle Signore che, così, sono ormai tranquillamente in grado di tener dietro ai mariti e ai compagni anche più assatanati e allenati, incrementandosi in questo modo esponenzialmente i “giri ciclistici in coppia”, che fanno sicuramente bene, oltre alla salute, al…tandem di coppia.

Leggi anche: Italian Art Project | Un nuovo rinascimento culturale

Avatar
Paolo Turati

Laureato in Economia e Commercio all’Università di Torino nel 1982 dopo aver conseguito il Diploma al Liceo Scientifico salesiano Valsalice di Torino, l’imprenditore ed Economista Paolo Turati, Docente a contratto e Referente del Corso di Economia degli Investimenti “Investire” presso la Scuola di Studi Superiori dell’Università Torino per gli A.A. 2016-17 e 2017-18, è dal 2019 parimenti Docente nonché Presidente del Comitato scientifico presso la Saa-School of Management dell’Università di Torino dell’Executive Master di Wealth Management. Classe 1958, sposato con due figli, già Procuratore generale di Agente di Cambio sulla Piazza di Torino, è stato per anni titolare e Amministratore apicale di Società di capitali finanziarie e operanti nella Commissione in titoli e valori. E’ autore di numerose opere saggistiche e narrative edite, diffusamente accreditate in Italia ed all’estero presso numerose Istituzioni ( fra cui il Rijsksmuseum di Amsterdam, la Biblioteca Max Planck di Monaco di Baviera, la New York Public Library, L'Università di Heidelberg, l'Accademia di Brera a Milano, Palazzo Grassi a Venezia), nonché editorialista su testate nazionali, giornalista pubblicista, conferenziere e già per anni titolare di spazi televisivi regionali in rubriche settimanali economico-finanziarie specificamente incentrate sulla tutela del Risparmio. Esperto di Art Market internazionale e Coordinatore del Dipartimento Arte, Diritto e Mercato di “Fidartis-Multi family office”, è altresì da 15 anni Membro del Consiglio Direttivo e responsabile del Settore “Economia, Finanza, Banche e Assicurazioni” di Acp-Federata nazionale Movimento Consumatori, nonché Consigliere di Amministrazione della Fondazione per l’Architettura. Appassionato pianista, nutre grande interesse per il fenomeno del Collezionismo e per la ricerca storiografica e vanta trascorsi agonistici con ranking a livello di punteggio nazionale nello Sci alpino nonché una lunga pratica agonistica nel Ciclismo su strada e nel Motociclismo fuoristrada.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il Progresso Magazine Online Logo

 

Associazione culturale “THE PROGRESS 2.0”
Direzione-Redazione-Amministrazione
Via teatro Mercadante, 7
70022 Altamura (Ba)
mail: info@ilprogressonline.it

SEGUICI SU